Presentazione

Ciao Mondo Web!!!! ciao Ragazzi vi saluto con affetto il Blog

Entra  trovi un Amico

I 10 Comandamenti  per una scuola migliore 

La scuola del tuo futuro

  La scuola del tuo futuro

La didattica 3.0

Esami di qualifica
WF001707a.s. 2011-2012

 

La didattica il web e la cucina di Giuseppe Azzarone

La Didattica il Web e la Cucina 

La didattica il web e la cucina

Il Blog è stato realizzato per lo studio e l’approfondimento di  contenuti che riguardano il settore cucina, utile alla didattica di supporto per i ragazzi dell’Alberghiero e non solo!!!!!!

Cultura in cucina

E’ possibile utilizzare la letteratura per mettere in luce il carattere di “opera d’arte” della cucina. L’occhio di molti scrittori ha saputo infatti cogliere gli aspetti della cucina che si possono chiamare senza riserva “spirituali”:

  • La consumazione di un pasto è un momento privilegiato per comunicare: a tavola ci si riconcilia o si litiga, si fanno dichiarazioni o confessioni
  • Il cibo è espressione dei sentimenti: un piatto preparato con amore è differente da un piatto preparato con indifferenza; si può sedurre con la cucina, attraverso il potere evocativo di spezie, aromi, accostamenti audaci, colori, profumi
  • Tra cibo e parola esiste una stretta relazione: la descrizione di un piatto può generare lo stesso incanto della narrazione di una fiaba, trascende la materia per toccare la fantasia

di Elena Cristiano

Cuoco

“Quando non vi sarà più cucina nel mondo  non vi saranno

più lettere, intelligenza e relazioni sociali.”La didattica il web e la cucina

Cucina è ambiente, profumi, sapori, natura, salute, vita, arte, storia, fantasia, comunicare, socializzare ma soprattutto stare bene con se stessi…….

 

stile del cuoco

Lo stile professionale del cuoco, cioè il suo modo di comportarsi, di proporsi e di rapportarsi con i colleghi di lavoro e con i clienti, è oggi la risultante di tre capacità fondamentali:

  • Sapere, avere cioè una buona preparazione di base, ottenuta attraverso studi appropriati che non abbiano trattato solo temi professionalizzanti, ma anche formativi e di cultura generale; avere la voglia di capire e di aggiornarsi, nella consapevolezza di poter sempre imparare qualcosa dagli altri
  • Saper fare, che significa non solo ripetere in modo imitativo quello che si vede, ma possedere una profonda conoscenza delle tecniche gastronomiche e una buona dose di senso critico. Tutto ciò consente di adattarsi razionalmente e velocemente alle diverse situazioni e agli imprevisti che il lavoro quotidiano presenta, ponendosi in modo ricettivo verso i continui progressi che interessano il campo culinario (nuovi sistemi di manipolazione, tecniche di cottura, metodi di conservazione degli alimenti)
  • Saper essere, rapportarsi in modo corretto con gli altri e con se stessi. Imparare ad accettare i propri difetti e i propri limiti cercando di controllare le reazioni emotive e valorizzare le qualità migliori (tolleranza, obiettività, disponibilità). Occorre comunicare alle persone che ci circondano un senso di autorevolezza e non di autorità

Consigli utili per lo svolgimento della professione

Una grande professione ha bisogno di rinunce sei disposto!!!!!!

  • Imparare ad amare il proprio lavoro senza affrontarlo con un senso di frustrazione
  • Avere un buon rapporto con i colleghi di lavoro, comportandosi cortesemente, lealmente e con disponibilità nell’apprendere e nell’insegnare. I contatti umani migliorano e valorizzano la propria personalità e potenziano la vena creativa che sta in ognuno di noi
  • Conoscere meglio se stessi, i propri limiti e le proprie qualità, smussando i tratti spigolosi del proprio carattere, sempre in funzione di un migliore rapporto con chi ci circonda. L’individualismo e il decisionismo non devono prevalere durante il lavoro, ma devono essere compensati dalla discussione e dal confronto con le opinioni degli altri
  • Imparare ad essere umili e accettare le osservazioni che migliorano il nostro bagaglio professionale
  • Nel caso si lavori con subalterni, bisogna suscitare in loro un senso d’autorevolezza, di stima e di signorilità riconosciuta. La coercizione e l’autoritarismo non sono modelli comportamentali che sviluppano rapporti di collaborazione positivi
  • Cercare, se possibile, di affrontare il lavoro e la vita in genere con ottimismo, valorizzando le cose belle che ci capitano ogni giorno. E il modo migliore per superare momenti difficili e per funzionare da volano positivo per gli altri
  • Essere coscienti che un nostro cattivo comportamento igienico comporta un rischio per la salute pubblica

La Didattica il Web e la Cucina

Salve Ragazzi, perché il Blog!!, oltre a insegnare, fare il cuoco, dedico alcuni spazi di tempo ad altre passioni come l’informatica, il web e la fotografia. Queste mie passioni ormai da tempo le ho unite al mio lavoro per dare maggiore significato a quello che abitualmente faccio l’insegnante e il cuoco. Con la nuova riforma e le ore ridotte si passa poco tempo in laboratorio e con i ragazzi, essendo un Istituto professionale la mia disciplina prettamente  tecnica e di indirizzo è stata penalizzata più delle altre, meno laboratorio, meno attività pratiche, così mi è venuta l’idea di recuperare in certo qual modo quelle ore sottratte, cercando di passare più tempo con i miei ragazzi, ma come!!!, usare internet come mezzo di comunicazione e con la speranza di realizzare un laboratorio di cucina che guarda il futuro non trascurando mai i principi della didattica classica di base, indispensabile  per un cuoco vero professionista..

Perché il Blog la “didattica” il “web” e la “cucina”. Ho messo al centro il web sostenuto dalla didattica e dalla cucina, credo, che tra di loro c’è un forte legame, che riguarda il mondo dell’insegnamento e dell’insegnare: l’insegnate e lo studente. Il ruolo dell’insegnante nell’era telematica sta cambiando velocemente, e deve adeguarsi alle nuove tecnologie mettono a disposizione dello studente altre e numerose possibilità che offre il sistema informatico, fare didattica l’insegnate, e autodidattica l’alunno.

La didattica “via web” potenzia molto il fattore socializzante legato allo studio e offre grandi opportunità sia per gli studenti sia per gli insegnanti e garantisce che si possano seguire lezioni da qualunque luogo, rispetto a quello in cui si trova l’insegnante, e in qualunque momento. Queste opportunità sono particolarmente significative per gli studenti con difficoltà di apprendimento o con handicap fisici.

Le nostre aule scolastiche e laboratori compresi di tutti gli Istituti d’istruzione di ogni grado al più presto saranno dotate di computer e di accesso a Internet, (spero) anche se le scuole subiranno positivamente questi cambiamenti la figura dell’insegnante, seppure modificata, rimarrà centrale nel processo formativo. Il fatto da cui bisogna partire è che le nuove tecnologie permettono molte forme di auto-apprendimento: non solo gli studenti universitari ma anche i ragazzi delle medie, perfino gli scolari del primo ciclo avranno sempre più la possibilità di accedere a sistemi che permettono loro di scegliere i tempi dell’apprendimento, la rapidità dell’apprendimento, in modo molto flessibile, molto agile e anche piacevole e divertente. Dinanzi a questi strumenti che permetteranno l’accesso ai giovani e anche ai giovanissimi a quantità sterminate d’informazioni, l’insegnante avrà molto meno il compito di dire che cosa studiare, avrà molto meno il compito di insegnare nel senso tradizionale del termine, ma assumerà sempre più il compito di guida, di consigliere, di facilitatore, di organizzatore per aiutare scolari e studenti ad orizzontarsi, a muoversi con efficacia, con rapidità, con intelligenza in questo mondo sterminato d’informazioni di ogni tipo: pratiche, professionali, grafiche, musicali, che i nuovi media mettono a loro disposizione. Questo richiederà lo sviluppo di nuove abilità da parte degli insegnanti la telecomunicazione.

La cucina nella didattica, insieme nel web cosi la web-comunicazione o la web-cucina. Questo modo di insegnare didattica-internet, queste nuove tecnologie possono aiutare tutti gli studenti in maniera determinante le fasce che attualmente hanno più difficoltà a inserirsi nella scuola, come ad esempio i disabili e non solo ma soprattutto importante può risultare per la dispersione scolastica, e per chi ha problemi di sede e di apprendimento, lo studente che impara lentamente può farsi ripetere, o addirittura registrarsi la lezione per sentirla due, tre, cinque o dieci volte che dal vivo avrebbe visto una volta. Un altro vantaggio dell’insegnamento a distanza va sottolineato: anche supponendo che tutti i docenti siano bravissimi, sta di fatto che fare lezione presenta degli alti e dei bassi, tempi organizzativi e costi. Inoltre, gli studenti che sono svantaggiati dalla distanza, da viaggi più o meno lunghi e faticosi, solo raramente possono sentirsi delle buone lezioni. Viceversa, un ambiente di apprendimento può essere un concentrato di quanto di meglio un gruppo di docenti possa fornire. Si studia una pietanza più di una volta, si mette a punto e magari oltre ad essere piacevole visivamente e al palato può essere riprodotta con un sottofondo musicale.

Naturalmente per mettere insieme la didattica il web e la cucina bisogna avere un laboratorio fornito oltre dalle attrezzature minime indispensabili che permettano di realizzare una preparazione di base c’ è bisogno di: una lavagna luminosa, postazione pc con stampante, internet, video camera, foto camera, webcam, e dei posti a sedere in pedana per un gruppo massimo di 15 allievi, per avere un idea più o meno come vengono organizzati alcuni programmi televisivi di cucina. Poi, a questo laboratorio frontale affiancare un altro con almeno 10 postazioni fisse dove gli allievi devono svolgere i contenuti spiegati e assegnati dall’insegnate.

Ciao Ragazzi…………..

Febbraio 2011

Giuseppe Azzarone

146 risposte a Presentazione

  1. Leilani ha detto:

    Hello There. I found your blog using msn. This is a really well written article.
    I’ll make sure to bookmark it and come back to read more of your useful
    info. Thanks for the post. I will certainly return.

    Mi piace

  2. Whitney ha detto:

    Wow, wonderful blog layout! How lengthy have you ever been blogging for?

    you make blogging look easy. The total look of your site is
    magnificent, let alone the content!

    Mi piace

  3. Alex ha detto:

    Blog Ok interessante professionale e di una didattica di approfondimento grande prof. Complimenti altro che buona scuola di più

    Mi piace

  4. alerosito ha detto:

    Bellissimo blog complimenti

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...