VAL D’AOSTA

VAL D’AOSTA

Come in tutte le regioni che soffrono l’isolamento, anche la Valle d’Aosta ha sviluppato nei secoli una tradizione gastronomica basata essenzialmente sui prodotti locali e le materia prime che la regione offre. Tra i primi piatti troviamo quindi soprattutto zuppa e polenta, sebbene la pasta riesca a ritagliarsi un piccolo spazio. In quest’ambito l’influenza del vicino Piemonte è evidente e porta in tavola una ricca varietà di Gnocchi, di patate o di zucca. Dalla cucina rustica delle minoranze Walser arrivano invece dei piatti poveri che solo oggi si stanno riscoprendo e valorizzando. Ne sono esempio le paste preparare con grano saraceno o farina di castagne.

I condimenti rendono giustizia alla terra che li ha generati. Sono infatti prevalentemente a base di formaggi locali e di fonduta e si sposano perfettamente con le diverse qualità di Gnocchi.

Fettuccine di castagne

Come dice la parola stessa, questo tipo di pasta è fatto a base di castagne. Un tempo il grano era in Val d’Aosta una rarità che andava utilizzata con attenzione e parsimonia perché particolarmente scarso in quantità e destinato anche alla preparazione del pane. Oggi le Fettuccine che un tempo erano solo di castagne vengono arricchite anche di farina, tirate in una sfoglia molto sottile e tagliate a lunghe fettucce. La tradizione le vuole servite con un sugo di costine di maiale tagliate a pezzi, cotte assieme alle verze, con vino bianco, brodo e verdura. Quelle del comune di Saint Vincent sono le più note.

Gnocchi

Come in altre zone di montagna qui gli Gnocchi sono preparati con o senza patate, a testimonianza dell’antichità della ricetta che risale ai tempi in cui questo tubero – giunto in Europa solo dopo la scoperta dell’America – era ancora sconosciuto. Come in altri contesti montuosi è più probabile l’aggiunta all’impasto di farina di castagne, di zucca e uova. Sono ottimi ripassati al forno con burro, salvia e fontina.

L’altra variante è quella al grano saraceno, tipica della cucina Walser, che secondo l’uso di Gressoney, si condisce con un trito di speck e di erbe aromatiche.

Gli Gnocchi di patate più noti sono invece quelli alla bava, conditi con tocchetti di fontina e parmigiano grattugiato

[tweetmeme only_single=”false”]
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

chef Giuseppe Azzarone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: