Bodino soffiato al cioccolato con salsa inglese


Categoria: Dessert  Reparti: Pâtissier Utensili: Bastardella, cucchiaio, spatola, casseruola, frusta, pennello, placca per bagnomaria, bacinella, setaccio Metodi di cottura: forno

Ingredienti per 40 sufflè

  • Latte lt 1
  • Farina g 275
  • Burro g 200
  • Zucchero g 250
  • Rossi d’uovo n 18
  • Bianchi d’uovo n 18
  • Profumo g 80

Procedimento

In una casseruola fare fondere il burro senza lasciarlo bollire, unire la farina rimestando in modo da ottenere una pasta liscia e morbida, versare sopra il latte bollito con lo zucchero ed il profumo, mischiare bene, lasciarlo cuocere per qualche minuto a fuoco lento. Ritirare la casseruola dal fuoco e lasciare riposare il composto per qualche minuto, dopo di che incorporare i rossi d’uovo una alla volta, indi unire i bianchi montati a neve ben ferma, mischiando delicatamente con la spatola con movimento potatoio dall’alto in basso, versare il composto in appositi stampi, imburrati ed inzuccherati, riempiendole fino a ¾ e fare cuocere a bagnomaria in forno moderato finche il composto avrà raggiunto l’orlo dello stampo. A questo punto passate il bagnomaria su fuoco moderato e lasciatelo fino a cottura completa. Sformare i bodini e servirli su piatto rotondo, accompagnati con crema o salse indicate nelle singole ricette.

– x la salsa alla vaniglia: latte lt 1, rossi d’uovo n 8, zucchero g 300, maizena g 20, vaniglia n 1 bustina.

Informazioni su pinoazzarone

La didattica e il web in cucina
Questa voce è stata pubblicata in Pasticceria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Bodino soffiato al cioccolato con salsa inglese

  1. wwayne ha detto:

    La tua ricetta mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

    Mi piace

    • pinoazzarone ha detto:

      D’accordo!!!!, si sono d’accordo, aggiungo, se non fosse per le luci, la pubblicità, le vetrine dei negozi e quell’aria natalizia che si crea, il natale rischia di passare completamente inosservato. Alcuni anni fa non cerano le luci, la pubblicità e le vetrine ma la famiglia unita soprattutto per il natale. Il natale era l’attesa di tutto l’anno, per vedere una tovaglia diversa, un piatto particolare, una montagna di dolci tipici, dalla cioccolata confezionata portata da qualche familiare emigrato, ai taralli, le pettole, tutto made in casa. È vero, i tempi cambiano, le tradizioni si spengono sempre più come i valori, i profumi, soprattutto quello del pane, oggi si ha tutto o quasi, ci resta solo di ringraziare le luci, grazie a loro il natale è ancora vino.
      Grazie per il commento.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...