Minestra di fave


Categoria  Primi piatti creme e minestroni Metodi di cottura ebollizione (casseruola) Reparti Entremetier Utensili coltellino, bacinella, pignata, mixer

Ingredienti pax 4

Minestra di fave

  • Fave secche g 400
  • Aglio spicchio n 2
  • Alloro foglia n 1
  • Gambo di sedano n 1
  • Olio evo q b
  • Pane raffermo casareccio fette n 8

Procedimento

Porre in bacinella le fave e ricoprirle di acqua, lasciarle a bagno per almeno 8 ore. Scolarle e metterle nella pignata, coprirle d’acqua poco sale, spicchi d’aglio, gambo di sedano e alloro.  Fare cuocere a fuoco lento per 2 ore circa, schiumare e girare di tanto in tanto. Completata la cottura mixarle  grossolanamente, quasi a purea. Tagliare il pane a crostoni più o meno grandi e passarli sulla graticola. pignata

Assemblaggio: mettere i crostoni sul fondo dei piatti fondi, versare la minestra e irrorare con l’olio evo.  Questa crema accompagna spesso le cicorie cotte e saltate, secondo le buone usanze pugliesi, le fave si cuociono nella “PIGNATTA”, recipiente in terracotta utilizzato per la cottura dei legumi.

Il detto: I uè de la pegnète, i sèpe la cucchièr! (I guai della pentola li conosce il cucchiaio).

Informazioni su pinoazzarone

La didattica e il web in cucina
Questa voce è stata pubblicata in Piatti tipici pugliesi e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...