Tartufo al cioccolato fondente classico di base


Ingredienti di base

  • Panna fresca g 125
  • Cioccolato fondente g 300
  • Burro g 30
  • Nocciole a granella sottile g 10 (facoltativo)Tartufo al cioccolato fondente

(1) Ai gusti vari

  • Rhum g 20, oppure, peperoncino, nocciole, mandorle, noci, etc.

(2) Per la copertura

  • Pistacchi a granella, oppure cocco, nocciole, cacao, pomodori secchi, paprica dolce, etc.

Procedimento

  • In una cassuola adatta portare a bollore la panna, togliere dal fuoco e versare a pezzi il cioccolato e il burro (nocciole a granella sottile facoltativo), con una frusta o spatola girare molto bene, fino a quando la ganache diventa liscia e senza grumi.

(1) A questo punto aggiungere l’aroma.

  • Lasciare raffreddare piano piano in frigo ogni tanto mescolare rigorosamente per fare mantenere liscio e lucido il composto.
  • Raggiunta la giusta consistenza di manipolazione con due cucchiai dividere il composto in tanti pezzi più o meno quanto una noce (circa 12-15 g), porli distaccati su un foglio di carta oliata o da forno, posta su un vassoio, lasciare raffreddare in frigo.
  • Sempre controllando la consistenza, dare forma a palline con le mani leggermente unte di olio di semi o acqua fresca.

(2) A questo punto usare il tipo di copertura immergendo i tartufi nel composto in polvere o a granella e porli all’interno di piccoli pirottini di carta colorati, ottimi se vengono accompagnati con un buon caffè o tea caldo.

Qualcosa in più

I tartufi di cioccolato sono deliziosi cioccolatini realizzati con ganache di cioccolato fondente oppure o senza cioccolato al latte. Possono essere realizzati con gusti diversi e coperture differenti, dolcetti adatti da regalo, gustosi da tirare l’uno dietro l’altro da realizzare con diversa copertura: al cocco grattugiato, granella di pistacchi e nocciole e cacao amaro.

La crema ganache è una tipica preparazione di origine francese preparata con una miscela di panna calda e cioccolato sciolto e amalgamato lentamente e perfettamente. La ganache è una delle preparazioni di base nel mondo della cioccolata e della pasticceria. La storia della ganache è curiosa, a partire dal nome: letteralmente infatti, ‘ganache’ in francese significa ‘stupido’. Si dice infatti che la ganache è nata per un errore di un apprendista pasticciere che alla fine dell’800, avrebbe rovesciato della panna bollente in una boule contenente del cioccolato fondente. Lo chef, dopo averlo insultato definendolo appunto ‘ganache’, cercò di rimediare all’errore, e per non buttare tutto quel prezioso materiale lavorò la panna e la cioccolata mescolandole bene, ed utilizzando la crema risultante come farcitura per dei dolci. Farcitura che ebbe subito un incredibile successo, e che si diffuse presto in pasticceria e cioccolaterie come una delle preparazioni di base più diffuse. La ganache si può utilizzare un una gran quantità di modi diversi: si può montare da fredda, creando una spuma golosa con cui farcire torte e choux, oppure si può utilizzare calda, senza montarla, come glassa al cioccolato per ricoprire torte, profiteroles o farcire crepes.

Informazioni su pinoazzarone

La didattica e il web in cucina
Questa voce è stata pubblicata in La didattica, Pasticceria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...