Zuppa di fagiolini e patate con pasta alla viestana


L’estate, la stagione che offre frutta e verdure in abbondanza, utile per mantenersi informa e contrastare il caldo. Ecco i fagiolini, la stagione promette bene, l’orto accoglie con benevolenza questo efagiolinilemento, facile da coltivare. La coltivazione dei fagiolini richiede un clima temperato-caldo, la temperatura ideale varia dai 15 ai 25 °C circa. Il terreno ideale per la coltivazione dei fagiolini deve essere fresco, morbido, asciutto, sabbioso, dove le radici possono espandersi senza particolari problemi. Per la semina i periodi variano in base alle zone climatiche, i semi dei fagiolini vanno interrati a una profondità circa dai 5 ai 15 cm, con filamenti distanziati di 15 cm circa. Prima della semina è opportuno che i semi dei stessi siano tenuti in ammollo in acqua tiepida per un paio di giorni.

Categoria: primi piatti zuppe e minestroni. Reparto: Entremetier. Metodi di cottura: casseruola, stufare e ebollizione. Utensili: coltellino, pelapatate, bacinella, vassoio, trinciante, tagliere, casseruola, spatola, mestolo, pentolino, scolapasta

Zuppa di pasta con fagiolini a patate alla viestanaZuppa di pasta con fagiolini a patate alla viestana 

Ingredienti pax 4

Zuppa di pasta con fagiolini a patate alla viestana

  • Olio evo extravergine ml 20
  • Alloro una foglia
  • Aglio spicchi n 2
  • Sedano g 20
  • Peperone verde n 1 (g 30/50)
  • Patate g 300
  • Fagiolini g 300
  • Pomodori maturi g 100
  • Fondo bianco di vitello o vegetale ml 400 circa
  • Basilico una foglia
  • Pasta formato corto g 200

Procedimento

Pulire e tritare l’aglio e il sedano, pulire, lavare e tagliare a pezzi il peperone, le patate e i fagiolini. Sbollentare i pomodori e spellarli, tagliarli a pezzettini. In una casseruola capiente mettere l’olio, farlo riscaldare e unire il sedano, a seguire l’aglio e l’alloro, fare imbiondire e versare prima i peperoni, poi i fagiolini, dopo qualche minuto le patate poi i pomodori, rimestare il tutto e coprire con il fondo bianco di vitello. Fare cuocere a bollori regoli fino a quando le verdure sono cotte, al termine controllare di sale e la densità, il brodetto deve essere leggermente legato, per ottenerlo basta mettere qualche pezzo di patata in più per poi schiacciarlo a purea, completare con una juliana di basilico fresco.  A parte cuocere la pasta, scolarla molto bene e versarla nella zuppa, un filo di olio extravergine d’oliva e servire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...